Bucato ecologico: le lavatrici a basso consumo e il risparmio di acqua

0
30
lavatrice
lavatrice

L’acquisto di una lavatrice a basso consumo non rappresenta solo una decisione etica, visto che la riduzione dell’energia utilizzata si traduce in un minor impatto ambientale, ma anche un modo per risparmiare e avere a che fare con bollette più basse.

La classe di efficienza energetica

Per sapere su quale lavatrice puntare ci si può fare aiutare dalla classe di efficienza energetica. Essa rappresenta una scala dei consumi – valida non solo per le lavatrici, ma più in generale per tutti gli elettrodomestici – per mezzo della quale i consumatori hanno l’occasione di comprendere a grandi linee quale impatto avrà il dispositivo che stanno per comprare dal punto di vista energetico. Le etichette energetiche sono presenti direttamente sugli apparecchi e si caratterizzano per una specifica scala di colori che ne rende più semplice la lettura: il rosso rappresenta la classe D, che è quella con il consumo di energia più elevato, mentre il verde include le fasce a minor consumo, dalla A alla A+++. In mezzo ci sono la classe B e la classe C, contrassegnate dal colore arancione.

bucato ecologico lavatrice basso consumo
bucato ecologico lavatrice basso consumo

Come si leggono le etichette energetiche

Ogni modello è dotato, poi, di un’etichetta che ne riporta i consumi, espressi in kwh annui: ovviamente, più il numero è basso e più consistente è il risparmio di energia che si può ricavare. Un modello di fascia A+++ consente di ridurre in misura consistente le spese in bolletta, ma ciò non toglie che sia necessario adottare degli accorgimenti ad hoc per risparmiare ancora di più: per esempio facendo partire i lavaggi unicamente nelle fasce orarie a costo energetico ridotto. Tale accortezza riguarda unicamente chi dispone di un contratto bi-orario, con i consumi che sono più bassi tutto il giorno il sabato e la domenica e dalle sette di sera alle otto del mattino in tutti gli altri giorni.

etichette energetiche
etichette energetiche

La classe di efficienza della centrifuga

Un altro parametro che si potrebbe prendere in considerazione in vista della scelta della lavatrice da comprare è la classe di efficienza della centrifuga: essa, infatti, è destinata a incidere in modo abbastanza importante sui consumi, a prescindere dal fatto che non dura più di un quarto d’ora al massimo. Vale sempre la pena di propendere per una centrifuga in fascia bassa. Sarebbe preferibile, inoltre, non ricorrere ai lavaggi ad alte temperature.

Come usare la lavatrice per risparmiare

Ci sono alcuni trucchi che possono essere utilizzati nella vita di tutti i giorni per riuscire a risparmiare utilizzando la lavatrice. Per esempio, essa andrebbe usata unicamente a pieno carico, così da limitare non solo il consumo di energia ma anche quello di acqua. A questo proposito, esistono modelli che consentono di scegliere lavaggi eco o lavaggi brevi. Un lavaggio a 90 gradi presuppone – come si può facilmente intuire – un dispendio di acqua più elevato di uno a 30 gradi: la differenza non è minima, ma si aggira tra i 60 e i 70 litri. Non solo: le lavatrici più all’avanguardia sono capaci anche di regolare i consumi di acqua in modo automatico a seconda del peso del carico.

Il consumo di acqua

Tra le variabili da valutare in previsione della scelta c’è anche il consumo di acqua. Ha senso optare per una lavatrice da più di 7 chili unicamente quando il nucleo familiare è composto da almeno tre persone, mentre è poco intelligente acquistare un modello da 8 o 9 chili se si è single o in coppia. Alcune lavatrici sono dotate di congegni per risparmiare acqua, a tale propostio è doveroso citare la Bosch Maxx, che oltre al fatto di essere estremamente silenziosa riesce ad abbattere il consumo di acqua con il suo sistema ActiveWater e contenere il dispendio energetico grazie alla classe A++. Potete acquistare la Bosch Maxx su questo e-commerce con un prezzo in offerta: https://www.yeppon.it/grandi-elettrodomestici/lavatrici/prodotti/lavatrici-bosch/; Yeppon propone un vasto catalogo con modelli ecologici, gli utenti hanno l’opportunità di approfittare di prezzi bassi e di offerte sempre vantaggiose, e in più possono conoscere tutte le caratteristiche dei vari articoli grazie a schede prodotto dettagliate.

 
Previous articleSOS Pelle: l’infografica per difendersi dai pericoli del sole
Next articleBenefici dell’acqua: consigli utili per stare bene
Mi chiamo Silvia sono Mamma, Blogger e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello stato di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione. Diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito l’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia oltre alla Naturopatia Infantile. Scrittrice e Copywriter.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.