Pressione alta nei bambini: scopriamo cosa causa questo problema e come riconoscerlo.

A quanto pare anche i bambini possono soffrire d’ipertensione, quindi hanno valori anomali della pressione arteriosa. In Italia ne soffre circa il 5% dei bambini.

Pressione alta nei bambini: come misurarla

  1. dotatevi di uno sfigmomanometro digitale che Pressione alta nei bambini: cause e sintomisemplifica parecchio l‘operazione (chiedere in farmacia un bracciale adatto al bambino)

  2. il bambino deve essere seduto con il braccio destro steso

  3. si posiziona la fascia sul bicipite e che quindi non deve coprire il gomito, si regola e si aziona l’apparecchio

  4. registrare i valori, se non sono normali consultare il pediatra

Pressione alta nei bambini: cause e sintomi

Cosa può scatenare la pressione alta?

Ecco alcune cause:

  • alimentazione scorretta, troppo sale, troppi zuccheri e troppi grassi

  • scarsa attività fisica

  • ritenzione idrica

  • problemi renali

  • obesità

  • farmaci come il Ritalin e gli immunosopressori

Nel caso dei neonati, un problema di pressione alta può esser dovuto a: nascita prematura, problemi respiratori, urinari o renali, soffio al cuore, disturbi convulsivi.

Vediamo un esempio dei parametri: tra i 3 e i 5 anni una massima intorno a 108-115 mmHg e una minima intorno a 70-73 mmHg sono considerati normali; intorno a 116-123 mmHg e una minima intorno a 76-83 mmHg si para di lieve ipertensione invece con una massima maggiore di 124 mmHg e una minima maggiore di 84 mmHgsi parla d’ipertensione.

Ed ecco la sintomatologia a cui si deve prestare attenzione per identificare il problema:

  • cefalea, forte o lieve ma che non passa soprattutto al risveglioPressione alta nei bambini: cause e sintomi

  • dolore al petto

  • tachicardia

  • difficoltà di respiro

  • sangue nelle urine (si registra in genere nei casi di problemi renali)

  • epistassi

  • vomito

  • vertigini

  • disturbi della vista

I sintomi possono non presentarsi tutti insieme, quindi quando se ne registra uno che non ha altre spiegazioni si misura la pressione e si consulta il pediatra.

In caso di valori anomali non allarmate il bambino, non fatelo agitare, deve stendersi e stare calmo. Se i sintomi sono gravi contattare il pronto soccorso.

Come si previene? Tenendo sotto controllo il peso del bambino, curando l’alimentazione e l’attività fisica.

 
Mi chiamo Silvia sono Mamma, Blogger e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello stato di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione. Diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito l’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia oltre alla Naturopatia Infantile. Scrittrice e Copywriter.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.