Il vaccino contro la meningite: perché è importante farlo

0
1
Il vaccino contro la meningite: perché è importante farlo

Il vaccino contro la meningite: perché è importante farlo  Il vaccino contro la meningite: perché è importante farlo?

Vaccini sì, vaccino no è una guerra. Causano danni irreparabili, possono causare la morte e se non si fa semplicemente ci si espone a ciò contro cui ci si deve tutelare. E veniamo alla meningite.

Si stanno diffondendo diversi casi, anche in Italia, ed ovviamente si parla di profilassi; ma la domanda che preme ai genitori è: posso non vaccinare mio figlio? Certo a vostro rischio e pericolo, non solo, a rischio e pericolo anche degli altri.

A causa di teorie complottiste, bufale e tanta ignoranza si è perso il senso dei vaccini: prevenire le malattie. Qual è la prospettiva di un mondo senza vaccini? Torneranno fantastiche malattie come la TBC, la polio e ovviamente non si sopravviverà alla meningite.

Non voglio difendere completamente i vaccini, ci sono purtroppo dei casi in cui si sono registrati effetti collaterali anche drammatici.

E poi c’è Bebe Vio.

Il vaccino contro la meningite: perché è importante farloIl vaccino contro la meningite e Bebe Vio

La conoscete tutti, la campionessa di scherma senza arti. A causare ciò è stata la meningite che l’ha colpita ad 11 anni. Come giustamente afferma “ci si deve informare, ma non su internet e sui social” si deve parlare con i medici.

Bebe Vio si sarebbe trovata in queste condizioni di salute avendo potuto fare un vaccino? Forse no, forse il vaccino l’avrebbe aiutata. Oggi avete la possibilità che non ha avuto lei e che non hanno avuto coloro che si sono ammalati di poliomelite prima che forse scoperto il vaccino.

Il vaccino contro la meningite è un dovere verso i vostri figli e verso gli atri bambini con cui verranno a contatto.

Il vaccino contro la meningite: cosa c’è da sapere

Le tipologie di meningite che circolano in Italia e in Europa sono B e C, in Asia e in Africa è diffuso il tipo A e negli Stati Uniti si trovano anche Y e W135, quindi se si parte per le vacanze in terra straniera è un bene vaccinarsi.

Il vaccino C è gratis in Italia. Devono esser sottoposti a vaccino i bambini che hanno compiuto un anno e i bambini e gli adolescenti dai 3 ai 15 anni.

Il vaccino contro la meningite: perché è importante farloIl vaccino B in alcune regioni si paga in altre è gratis. Si fa a partire dai due mesi.

Il vaccino tetravalente (non è gratis) è consigliato a chi viaggia, si può fare ai bambini se hanno compiuto 2 anni ed ai bambini o adolescenti che non hanno mai effettuato il vaccino C.

A seguito dell’iniezione la parte può gonfiarsi ed esser dolente, ma dura non più di due giorni. Possono verificarsi sonnolenza, febbre, nausea ed emicrania.

Il vaccino contro la meningite tutela i vostri bambini.

 
Previous articleLatte vaccino per i bambini: ecco le motivazioni del no
Next articleEmicrania nei bambini: come curarla
Mi chiamo Silvia sono Mamma, Blogger e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello stato di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione. Diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito l’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia oltre alla Naturopatia Infantile. Scrittrice e Copywriter.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here