Come prevenire le carie nei denti da latte?

6
6
carie denti da latte
carie denti da latte

Le carie in corrispondenza dei denti decidui sono le infezioni dentali più frequenti tra i bambini. Pensare di non curarle, solo perché il dentino affetto non è permanente, è un errore. Infatti, un dente da latte cariato può cadere in maniera prematura, ma soprattutto essere responsabile di un mal allineamento in futuro.

Le carie, infatti, si formano a seguito dell’accumulo di placca in corrispondenza dei denti e, se non trattate adeguatamente, possono degenerare ed arrecare dolore. A minacciare la salute del cavo orale dei più piccoli è, di norma, la mancanza di igiene, in quanto i bambini non fanno immediatamente propria l’abitudine di lavarsi i denti in autonomia, ma dipendono dai genitori per questo genere di operazione.

Tuttavia, non sempre mamma e papà sanno come intervenire al meglio, ma soprattutto quali conseguenze possano verificarsi in caso di una pulizia poco adeguata del cavo orale. Per questa ragione è fondamentale rivolgersi ad uno studio dentistico specializzato in ortodonzia bambini Milano. L’importante è ricercare strutture competenti e soprattutto in grado di mettere a proprio agio i piccoli pazienti e di insegnare ai genitori tutto il necessario per garantire un sorriso sano e valido ai propri figli.

Da che cosa dipendono le carie che colpiscono i denti decidui?

La maggior parte delle carie che si manifestano sui denti da latte sono dovute al prolungamento eccesivo dell’allattamento al seno o all’utilizzo di biberon, dopo l’uscita dei dentini. A ciò si aggiunge anche l’ingestione regolare di alimenti molto zuccherati, come succhi di frutta, latte ed altre bevande addolcite con lo zucchero.

carie denti da latte
carie denti da latte

Inoltre, molto dipende anche dall’errata abitudine di intingere il ciuccio nel miele o nello zucchero, al fine di favorire il riposo del bambino ed alla morbosa attaccatura del piccolo al seno per addormentarsi o per calmarsi. Si tratta di comportamenti sbagliati, che non devono essere sottovalutati, in quanto possono portare a conseguenze piuttosto gravi.

Infatti, quando il bambino smette di succhiare, il liquido si accumula nella bocca, impedendo la produzione di acidi salivari. In questo modo, quindi, nella cavità orale si va a creare un ambiente favorevole alla proliferazione di batteri, che sono desiderosi di nutrirsi dello zucchero depositatosi sui denti, dando così il via alle carie dei denti da latte.

Come prendersi cura dei denti dei bambini?

Molto importante è evitare di dare ai bambini succhi di frutta e bevande contenenti zucchero fino a quando non sono in grado di bere dal bicchiere stando seduti. Inoltre, i genitori devono prestare attenzione alla corretta igiene orale dei figli. In caso di bambini neonati è possibile avvolgere il dito in una garza sterile e, dopo averla inumidita, passarla delicatamente sulle gengive, ma anche sulle guance e sulla lingua.

Quando cominciano a spuntare i primi dentini, invece, è importante provvedere ad una normale igiene orale. Inizialmente è necessario avvalersi solo dell’acqua, mentre successivamente è possibile utilizzare una piccola quantità di dentifricio, in modo da far conoscere al bambino la sensazione di freschezza generata. Arrivati al terzo anno di età, è importante che il bimbo si spazzoli da solo i dentini da latte, guidandolo delicatamente nei movimenti.

Ovviamente, è importante dotarlo degli strumenti adeguati, ovvero di uno spazzolino per bambini, caratterizzato da una testina piccola e da setole morbide. Con la crescita è fondamentale, invece, che i movimenti attuati siano corretti. Di fatto, la prima visita odontoiatrica è consigliata intorno ai 4 anni, poiché permette di controllare lo sviluppo del cavo orale e la pulizia attuata in ambito domestico.

 
Previous articleBambini e cibo: un rapporto particolare
Next articleGiornata Mondiale del gioco: 26 Maggio
Mi chiamo Silvia sono Mamma, Blogger e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello stato di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione. Diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito l’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia oltre alla Naturopatia Infantile. Scrittrice e Copywriter.

6 COMMENTS

  1. Ottimi consigli ai miei bimbi prima dell’anno non ho mai dato zuccheri e ad oggi sono pochissimi quelli che assumono… grazie per gli ottimi consigli

  2. la più grande delle mie bimbe si ritrova purtroppo le carie sui denti da latte, i tuoi consigli mi serviranno per evitarne altre

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here