Diabete bambini: dormire poco aumenta il rischio

0
10
diabete bambini

diabete bambiniDiabete bambini: la durata del sonno si rivela un fattore fondamentale nella prevenzione.

Dormire poco aumenta il rischio di sviluppare il diabete. Quanto dormono i vostri bambini? Seguono delle regole precise per un sonno regolare?

Diabete bambini: lo studio di Christopher Owen

Christopher Owen, della St George’s, University di Londra, ha condotto uno studio in merito che è sarà pubblicato sul numero di settembre della rivista Pediatrics.

Lo studio trae una conclusione molto precisa: i bambini che dormono un’ora in meno a notte in media, presentano un maggior rischio di sviluppare la malattia, hanno una glicemia più alta e un maggior livello di resistenza all’ormone che regola la concentrazione di zucchero nel sangue, l’insulina. Quindi i bambini che dormono meno rischiano di sviluppare il diabete.

La ricerca è stata condotta su 4.525 bambini di 9-10 anni e confrontato diversi parametri chiave del metabolismo con le ore di sonno dormite mediamente dai bambini di notte durante la settimana.

Nei bambini che dormivano un’ora in meno rispetto al solito è stato ricondotto un aumento della glicemia, aumento della resistenza all‘insulina, maggiore peso corporeo e più massa grassa.

Dormire mezz’ora in più invece ha diversi benefici per il metabolismo, i ricercatori hanno calcolato che mezz’ora in più di sonno per notte riducono di 0,1 kg/metro quadrato dell’indice di massa corporea e una diminuzione dello 0,5 per cento nella resistenza all’insulina.

Sono dati molto significativi che incidono sulla vita e sullo sviluppo dei bambini.

Diabete bambini: i consigli

Dormire bene, alimentarsi in modo adeguato e fare movimento sono i tre consigli fondamentali da rispettare per prevenire non solo la glicemia alta ma anche l’obesità e i problemi cardiovascolari.

Conosci già le regole del sonno? Ne abbiamo parlato qui, i pediatri consigliano quale sia la strategia da seguire per far sì che i bambini abbiano un sonno costante e regolare.

 
Previous articleLinguaggio bambini: il pisolino li aiuta
Next articlePressione arteriosa bambini e adolescenti: rischio elevato ipertensione
Mi chiamo Silvia sono Mamma, Blogger e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello stato di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione. Diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito l’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia oltre alla Naturopatia Infantile. Scrittrice e Copywriter.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.