Una dieta a base di cibi sani e naturali è fondamentale per il nostro benessere qui di seguito vi indico la top dei 5 fiori commestibili con le maggiori proprietà curative di sempre.

 Il loro utilizzo trova spazio non soltanto in cucina, ma anche nel mondo dei cocktail e delle bevande. Una risorsa per i nuovi ristoratori, anche se fanno parte della nostra gastronomia da secoli. Ovviamente queste piante devono essere acquistate presso i negozi specializzati nella vendita di prodotti biologici e naturali. Altra cosa importantissima: verificare sempre che non abbiano subito processi chimici dannosi per l’organismo.

I 5 Fiori commestibili

Fiori di zucca

fiori commestibili

Eccellente fonte di vitamina A, acido folico e fibre, i fiori di zucca si caratterizzano per il loro gusto dolce e leggero. Principalmente si tratta di fiori commestibili estivi e sono molto utilizzati nella cucina messicana. Il loro impiego è versatile: sono ottimi sia fritti che in umido e accompagnano deliziosamente tantissime pietanze, dal riso al pesce.

 Petali di girasole

I petali di girasole hanno un sapore aspro ma dalle note dolci. Sia i boccioli che i petali si possono adoperare in ricette a base di verdure o pasta. Fra i tanti fiori commestibili, questo è senz’altro il più ricco di proprietà antinfiammatorie naturali.

 

Garofano Indiano

Per la cultura indiana, il tagete o garofano d’India è il fiore rappresentativo del giorno dei morti. Ma è anche una pianta usata a scopo curativo, ad esempio per alleviare le coliche, per combattere il mal di stomaco e per uccidere i parassiti intestinali. Può essere preparato in tanti modi diversi ma l’ideale è utilizzarlo per dare una nota forte ai piatti più delicati.

Crisantemo

Ebbene si, anche il crisantemo si può mangiare, anche se certamente non si tratta di un’usanza tipicamente italiana. Il consumo regolare di questo fiore commestibile permette la disintossicazione del sangue, oltre a curare la congestione nasale e a svolgere un’azione rilassante.

 

Nasturzio

fiori commestibili

Il nasturzio è una pianta del Perù molto colorata, dal gusto dolce che finisce in speziato. Secondo gli esperti culinari il suo sapore si esalta se combinato con il prezzemolo. Oltre a ciò, questo vegetale è un valido esempio di fiori commestibili per cocktail, giacché in molti lo adoperano per guarnire drink e aperitivi. Principalmente è una ricca fonte di antiossidanti, utili per ridurre il rischio di malattie cancerogene.

 
Mi chiamo Silvia sono Mamma, Blogger e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello stato di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione. Diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito l’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia oltre alla Naturopatia Infantile. Scrittrice e Copywriter.

29 COMMENTS

  1. Quando ho letto il titolo mi sono detta: mangiare i fiori? poi leggendo il post ho realizzato che di fiori ne ho mangiati nella mia vita e che non è una cosa così insolita o all’ultima moda. Infatti i fiori di zucca sono nella mia dieta sin dai tempi dell’infanzia. Poi ricordo la prima volta in cui ho bevuto una sangria aromatizzata con fiori e petali di violetta e risale ai primi anni 90. Oggi invece ogni volta che vado all’Esselunga e trovo il sacchettino, acquisto l’insalata con i fiori edibili. Insomma, piacciono molto anche a me. Anche se a volte mi viene da ridere e mi sento una… mucchina! :-)))))

    • sono veramente molto buoni e si adattano a diverse ricette, come per esempio il risotto ai petali di rosa ( fiori che qui non ho citato) o anche i fiori della borragine

  2. i fiori di zucca mi piacciono moltissimo. quest’estate ho mangiato per la prima volta un insalata con i fiori, a parte che era bellissima da vedere era anche molto buona ma non ero a conoscenza delle loro proprietà

  3. Io vado pazza per i fiori di zucca fritti!!! Li preparo poche volte….ma quelle poche sono da abbuffata!!!!
    Nicoletta

  4. Interessante il tuo articolo …ma ci sono anche altri fiori commestibili un po’ di tempo fa ho usato la malva conquistando tutti,mi manca però il crisantemo che non sapevo che fosse commestibile.

  5. Non sapevo che i crisantemi fossero commestibili. Questa si che è una bella scoperta. Cerchero’ delle ricette per vedere come utilizzarli al meglio.

  6. L’unico fiore commestibile che conoscevo è il fiore di zucca…. il nasturzio per esempio non l’ho sentito neanche ai nominare

  7. A parte i fiori di zucca che conosco e che adoro, sia fritti sia in brodo, gli altri non sapevo fossero commestibili. Dovrei provare qualcosa, tra cui sicuramente il garofano indiano.

  8. Amo i fiori commestibili, che utilizzo nelle insalate e in tante altre lavorazioni in cucina. Ottima idea quella di un articolo per farli conoscere meglio a tutti!!

  9. Uso molto spesso alcuni fiori commestibili per le mie ricette culinarie , non sapevo che anche i fiori del crisantemo fossero commestibili, ti ringrazio per questo poast molto interessante . Un saluto, Daniela.

  10. La bruschetta in foto è davvero appetitosa! grazie per questo elenco, in effetti non sapevo che il crisantemo si potesse mangiare.

  11. Ho mangiato spesso i fiori di zucca, per il crisantemo ho provato delle tisane ma non sapevo si potesse mangiare. Grazie delle info molto utili

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.