Parto prematuro: cause, sintomi e cure Parto prematuro: due parole che creano molta ansia. Di cosa si tratta?

Il parto pretermine, o prematuro, di solito si verifica fra la 20esima e la 37esima settimana della gravidanza, fa molta paura purtroppo perché può essere la causa di una morte neonatale o patologie gravi. In realtà si può prevenire o ce ne si può accorgere in tempo, vi spieghiamo come.

Parto prematuro: cause

Ovviamente partiamo dalla base: le cause. Che cosa può scatenare il parto pretermine?

  • lo stress

  • il fumo

  • l’uso di droghe ed alcol

  • casi recidivi di parti prematuri

  • parto gemellare

  • problemi all’utero

  • violenze

  • diabete

  • infezioni all’apparato genitale

  • malformazioni del feto

  • ipertensione

  • obesità

  • breve intervallo fra le gravidanze

Ma quali sono le donne più a rischio? Oltre quelle che hanno già avuto precedenti parti pretermine, ci sono anche le mamme over 40 o le ragazze minorenni.

Parto prematuro: i sintomi

Come possiamo renderci conto che potremmo essere a rischio di parto pretermine?

Ecco qual è la sintomatologia:

  • contrazioni frequenti

  • perdite ematiche o liquide

  • pressione alla pelvi

  • dolore al basso ventre ed ai reni

  • crampi

  • dissenteria

Attenzione: può presentarsene anche solo uno, non necessariamente avvengono tutti insieme.

Parto prematuro: cure e cosa fareParto prematuro: cause, sintomi e cure

Se si avverte anche solo uno di questi sintomi occorre recarsi subito in ospedale.

Per prima cosa se si è sole in casa stendersi, chiamare l’ambulanza ed il ginecologo. Se si sente sente bere acqua o un succo di frutta ma non bevande gassate o contenenti teina e caffeina!

Se i sintomi scompaiono, dopo la visita in ospedale, stare qualche giorno a letto a riposo.

Se nei giorni successivi i sintomi ricompaiono consultare nuovamente il ginecologo, a questo punto è necessario fare degli esami al collo dell’utero se si è dilatato si sta entrando in travaglio.

Portare con sé la valigia del parto è una priorità, poiché devono esserci dentro tutti i documenti e gli esami effettuati, se la dimenticate a casa mandate qualcuno a prenderla.

La prevenzione del parto prematuro sta nel riuscire ad evitare le cause, nel fare controlli periodici scrupolosi e nell’esser attente ai possibili sintomi.

 
Mi chiamo Silvia sono Mamma, Blogger e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello stato di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione. Diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito l’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia oltre alla Naturopatia Infantile. Scrittrice e Copywriter.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.