Toxoplasmosi cosa evitare in gravidanza: consigli ed approfondimentiToxoplasmosi cosa evitare in gravidanza: conosci questa infezione? Sai cosa la causa? Può rivelarsi pericolosa in gravidanza, ti spieghiamo perché.

Toxoplasmosi: cos’è, cause e sintomi

La toxoplasmosi è un’infezione originata dal microrganismo Toxoplasma gondii.

Sintomatologia:

  • stanchezza

  • mal di testa

  • mal di gola

  • spossatezza

Attenzione: i sintomi possono comparire anche settimane o mesi dopo il contatto con il protozoo.

Cause:Toxoplasmosi cosa evitare in gravidanza: consigli ed approfondimenti

  • carne cruda

  • feci del gatto infetto

  • terra infetta

  • frutta e verdura crude non ben pulite

Toxoplasmosi: pericoli per il feto

Perchè si parla di toxoplasmosi cosa evitare in gravidanza? Purtroppo si tratta di un’infezione molto pericolosa per il feto, la può contrarre attraverso la placenta. Si può presentare il rischio di aborto, malformazioni, danni del sistema nervoso, epilessia e cecità.

Cosa si deve fare? Fare il test per scoprire se si è immuni o sensibili alla toxoplasmosi, è un semplice prelievo del sangue. Se il test risulta negativo occorre approfondire la questione con altri esami, se viene confermata la presenza dell’infezione, bisogna eseguire una amniocentesi per verificare lo stato di permeazione della placenta.

Toxoplasmosi cosa evitare in gravidanza

Toxoplasmosi cosa evitare in gravidanza: consigli ed approfondimentiOccorre in primis prestare attenzione ai cibi: la carne infetta e gli alimenti crudi possono portare questo genere di problema, ma anche frutta e verdura venute a contatto con fonti di contaminazione. Il pesce crudo non contiene i batteri infetti, ma è sconsigliato per via della salmonella. Attenzione anche alle feci del gatto se questo è infetto. Evitare il contatto con la terra, usare i guanti o lavarsi subito le mani.

Quindi:

  • cuocere sempre la carne. No a prosciutto crudo, salame, bresaola, wurstel e speck, carne cruda o al sangue.

  • la verdura è meglio mangiarla cotta, se la si vuole mangiare cruda lavarla bene togliendo benissimo la terra (meglio aggiungere del bicarbonato al risciacquo). Idem la frutta. Evitare di acquistare insalata in busta o comunque lavarla accuratamente.

  • La frutta cruda rientra nel problema solo se ha toccato la terra, quindi frutta caduta oppure fragole ad esempio. In questo caso valgono le stesse indicazioni per la verdura cruda.

  • Fare giardinaggio con i guanti ed attenzione a non entrare in contatto con le feci dei gatti. Se si pulisce la lettiera, usare i guanti e dopo lavare le mani con acqua calda e sapone.

C’è da dire che se una donna contrae la toxoplasmosi e non è incinta, in futuro qualora aspettasse un bambino non gliela trasmetterà (ammesso che si sia curata) perché lei ed il bambino saranno immuni.

 
Mi chiamo Silvia sono Mamma, Blogger e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello stato di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione. Diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito l’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia oltre alla Naturopatia Infantile. Scrittrice e Copywriter.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.