Stress e gravidanza, attenzione ne risente il feto

0
14
Stress e gravidanza, attenzione ne risente il feto

Stress e gravidanza, attenzione ne risente il feto Stress e gravidanza possono essere un binomio molto infelice non solo per la futura madre ma anche per il feto. Purtroppo lo stress si trasferisce al futuro nascituro tramite il liquido amniotico e potrebbe causargli problemi.

Stress e gravidanza: lo studio

Gli esperti dell’Università di Zurigo e dell’Istituto Max Planck di Monaco con il loro studio hanno evidenziato che uno stress momentaneo non da luogo a problemi ma uno stress duraturo può crearne.

Lo studio è stato condotto su un gruppo di gestanti misurando l’aumento degli ormoni dello stress nel sangue delle donne in concomitanza con l’amniocentesi, trattasi quindi di stress momentaneo senza rilevazioni particolari sul liquido amniotico. Mentre le misurazioni rilevate su gestanti con stress cronico hanno evidenziato un rilascio di ormoni dello stress nel liquido amniotico. Le conseguenze possono essere varie: uno sviluppo accelerato del feto a discapito del corretto sviluppo degli organi o una futura iperattività.

Stress e gravidanza: il progetto

A tal proposito si va sviluppando il progetto europeo LifeCycle per la creazione del primo European ChStress e gravidanza, attenzione ne risente il fetoild Cohort Network; con 10,4 milioni di euro nell’ambito delle attività Horizon 2020, riunirà 250mila neonati e genitori per le nuove politiche di prevenzione, oltre allo stress, saranno identificate le esposizioni che agiscono precocemente nella vita influenzando lo sviluppo e il rischio di malattie e quindi il modo per ridurle e prevenirle. Il progetto terrà conto di tanti parametri: ambientali, stile di vita e socio economico.

Stress e gravidanza

Lo stress durante la gravidanza può avere varie origini, sicuramente il pensiero del travaglio e del parto, una concomitante situazione lavorativa, il futuro ruolo di madre. Occorre che la gestante trovi il modo di rilassarsi ed allontanare lo stress, perché questi può anche portare ad un parto prematuro se troppo elevato.

Ricordiamo che un buon sonno è alla base della riduzione dello stress così come una buona alimentazione ed una leggera attività fisica.

 
Previous articlePrima infanzia: troppe proteine fanno male
Next articleJunk food: la UE contro spot e mascotte per pubblicizzare il cibo spazzatura
Mi chiamo Silvia sono Mamma, Blogger e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello stato di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione. Diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito l’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia oltre alla Naturopatia Infantile. Scrittrice e Copywriter.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.